Scacciapensieri. Quarta medicina: stupore

Composizione: immedesimarsi, condividere, educare a emozioni e sentimenti, nutrirsi di bellezza, tanta bellezza.
Modo d’uso: per l’uomo la Natura è il primo e più grande specchio. Se si infila qualcosa di storto nella Natura, lo si ritrova storto anche nel paesaggio che è in noi.
Se fuori scende la neve, la neve cade anche dentro di noi; se fuori tutto lo sporco s’imbianca, anche il foglio che portiamo dentro torna pulito.
Avvertenze: si consiglia espressamente di tenere la Natura sempre alla portata e alla vista dei bambini.
(Dome Bulfaro)

Video di Cristina Spizzamiglio.
Illustrazioni di Deka.

Testo di Francesca Matteoni tratto dall’antologia Scacciapensieri – Poesia che cura i giorni neri.

(Un progetto di Mille Gru / SpazioStudio13 in cooperazione con Fondazione Arbor)